I Servizi Residenziali

L’organizzazione nei servizi per disabili si basa su alcuni presupposti esplicitati all’interno della Cartella Utente e del Piano assistenziale – Piano educativo, facenti riferimento a diversi aspetti tra cui: la diagnosi di base, le peculiarità della persona con le sue caratteristiche individuali, il percorso di vita, la famiglia di provenienza, i suoi bisogni, etc.

In particolare nell’organizzare la presa in carico di un servizio è necessario tenere sempre presente alcuni aspetti fondamentali tra i quali:

  • la complessità delle interazioni in ogni momento del quotidiano
  • la compatibilità dei comportamenti
  • lo schema di funzionamento del singolo
  • le problematiche connesse ai molteplici e diversi quadri di patologia
  • la necessità di una presa in carico specialistica sui diversi fronti attraverso la realizzazione del Progetto Educativo Individualizzato

Gli accessi ai servizi residenziali avvengono previa valutazione della Unità Valutativa Multidimensionale Disabilità (UVDM).

L’unità valutativa multidimensionale svolge le seguenti attività:

  • valutazione del caso;
  • individuazione del percorso assistenziale appropriato e relativo piano assistenziale individualizzato;
  • verifica costantemente l’appropriatezza dell’assistenza socio-sanitaria complessivamente erogata attraverso l’individuazione di un referente del caso;
  • informa il comune di residenza del nominativo dell’assistito.