La Cooperativa

Il Consiglio di Amministrazione

La Società è amministrata da un Consiglio di Amministrazione composto da nove a undici consiglieri eletti a maggioranza relativa di voti. Del Consiglio di Amministrazione fanno parte di preferenza tre rappresentanti dei parenti degli ospiti, tre rappresentanti dei prestatori di lavoro e tra rappresentanti delle persone giuridiche.

Il Consiglio nella prima riunione elegge, fra i propri membri, il Presidente e il Vicepresidente.

Gli amministratori vengono eletti ogni tre anni e sono rieleggibili . Il Consiglio ha tutte le facoltà ed i poteri necessari per il conseguimento dei fini della Cooperativa e per la gestione ordinaria e straordinaria della Cooperativa stessa che non siano dalla legge o dallo Statuto espressamente riservati all’Assemblea.

L’Organo amministrativo è convocato dal Presidente, di norma con cadenza mensile, ed è validamente costituito con la maggioranza degli Amministratori in carica.

Le delibere sono prese a maggioranza assoluta dei voti.

 

Carica Sociale Riferimento
Presidente Damianis Paolo
Vice Presidente Baldi Maurizio
Consigliere Bozza Alessandro
Consigliere Ferrari Ilaria
Consigliere Frisinghelli Cinzia
Consigliere Ghersini Guido
Consigliere Prezzi Danilo
Consigliere Salvati Claudia
 
Capo Sindaco Maurizio Setti
Sindaco Effettivo Carlo Guarinoni
Sindaco Effettivo Saudo Maistri

Assemblea dei Soci

Lo Statuto della Cooperativa stabilisce che le Assemblee dei Soci possono essere ordinarie e straordinarie.

L’Assemblea è convocata tramite raccomandata almeno 8 giorni prima contenente l’ordine del giorno, il luogo, la data e l’ora della prima e della seconda convocazione.

L’Assemblea ordinaria è convocata almeno una volta all’anno, di solito a maggio, per l’approvazione del bilancio, per deliberare su eventuali istanze di ammissione proposta da aspiranti soci, per procedere alla nomina e revoca degli Amministratori, per procedere all’eventuale nomina dei Sindaci, per determinare la misura dei compensi da corrispondere agli Amministratori, ai Sindaci e al soggetto deputato al controllo contabile.

L’Assemblea straordinaria, invece, delibera sulle modifiche statutarie, sullo scioglimento della Cooperativa e nomina dei liquidatori e la determinazione dei relativi poteri.

Lo Statuto della Cooperativa sociale Villa Maria

La Base Sociale

La Base Sociale è composta dai Soci della Cooperativa Sociale Villa Maria che si distinguono in famigliari-Utenti, lavoratori, volontari e sovventori. Essi apportano risorse e sensibilità differenti, legate al contributo specifico in base al ruolo ed alle proprie esperienze (famigliari, professionali, di servizio volontario, finanziarie). Si differenziano in:

Soci Lavoratori: persone fisiche che prestano attività di lavoro remunerato. Essi perseguono lo scopo di ottenere continuità di occupazione e le migliori condizioni economiche, sociali e professionali. Le modalità do svolgimento delle prestazioni lavorative dei soci sono disciplinate da un apposito regolamento.

Soci Famigliari: sono i parenti degli Utenti interessati all’attività della Cooperativa in quanto beneficiari.

Soci Enti giuridici: persone giuridiche pubbliche o private nei cui statuti sia previsto il finanziamento e lo sviluppo delle attività delle cooperative sociali.

Soci Sovventori: coloro che sono in grado di concorrere, anche parzialmente, al raggiungimento degli scopi sociali ed economici della Cooperativa.

Soci Volontari: persone fisiche che prestano attività di lavoro a titolo di volontariato, nel limite del 50% del numero complessivo dei soci, spontaneamente ed esclusivamente per fini di solidarietà.

Il collegio sindacale

Il Collegio sindacale si compone di tre membri effettivi e due supplenti eletti dall’Assemblea che ne nomina il Presidente.

I Sindaci restano in carica per tre esercizi e sono rieleggibili. Al Collegio dei Sindaci spetta il controllo contabile.

La Presidenza

Il Presidente ha la rappresentanza della Cooperativa di fronte ai terzi e in giudizio, convoca e conduce le riunioni dell’Assemblea dei Soci e del Consiglio di Amministrazione. E’ eletto dal Consiglio di Amministrazione ogni tre anni. Può conferire speciali procure per singoli atti o categorie di atti.

Allegati